Istantanee dal Laboratorio sul sogno

Contributi

Il laboratorio del sogno mi permette di esplorare aspetti nascosti e svelare contenuti finora non riconosciuti della mia realtà in modo immediato, attraverso l’impatto visivo della scena che di volta in volta si crea con il contributo attivo dei partecipanti. Il gruppo mi fa sentire comunque protetta, sicura e a mia volta sperimento quale può essere il mio contributo per gli altri. L’energia del gruppo comprende e amplifica quella dei singoli, in realtà ho la sensazione che ciò che si crea insieme in quel contesto non dipenda da nostri atti di volontà.

Quando si mette in scena il sogno di un partecipante, tocco con mano l’unità che tutti siamo al di là delle apparenti  nostre forme distinte e  il contenuto portato da un’altra persona mi risuona, lo sento lavorare anche in me. Durante la messa in scena la dimensione temporale assume un significato diverso: avverto che passato e presente sono nostre idee, valide per organizzarci nella vita di ogni giorno, ma in realtà coesistenti e comprendo quale può essere l’importanza di guardare e riconoscere il passato prima di evolvere diversamente, mantenendo sempre aperta la fiducia che si può cambiare e prendere altre strade.

Mi piace soprattutto l’assoluta mancanza di giudizio che si respira nei confronti di qualsiasi situazione emerga, e anzi un clima di tacita empatia che accoglie anche gli aspetti pesanti, che condivisi con gli altri lo sembrano meno.

Questo laboratorio tocca anche un mio limite, mi fa riconoscere la mia resistenza a lasciarmi andare, a permettermi di sentire anziché sempre ragionare, perciò lo trovo molto bello, ma a volte faticoso, e va bene così.

Cristiana

Il Laboratorio sui sogni è un'esperienza che ha avuto su di me un impatto emozionale molto forte. 

Da sempre abituata a interpretare e controllare le emozioni, nel tempo ho chiuso diverse porte dentro me stessa.

In questo gruppo le porte si aprono. 

Una fusione di corpi e anime a cui assisto  sempre con un certo stupore, per il modo in cui, con estrema semplicità, i corpi si avvicinano e parlano tutte le lingue del mondo.

Moti impercettibili alla mente vigile, che si trasformano in una molteplicità di significati nel momento in cui ci si guarda negli occhi e si sperimenta un nuovo modo di vedere se stessi e gli altri senza giudizi, senza ragioni e senza barriere. 

Questo gruppo è per me un nuovo modo per potermi reinventare.

Uno specchio che posso scrutare, attraversare, vivere e sentire dall'interno.

Un'evoluzione che ricerco da tempo e che, in tutti i viaggi interiori fatti fino ad ora, non avevo mai sperimentato. 

Poter mettere in scena i propri sogni e quelli altrui è un'opportunità che sono felice di essermi data e di cui sono grata ogni giorno.

Una meravigliosa esperienza che mi mette alla prova, mi aiuta a crescere e ritrovare quell' energia e quella leggerezza che da tanto tempo avevo perso.

Una nuova forza si sprigiona oggi quando stringo le mani dei miei compagni di viaggio, che mi fa sentire di appartenere a qualcosa di più grande di quello che credevo l'unico mondo possibile e il solo modo di vivere.

Una condivisione speciale e un profondo rispetto che ci doniamo gli uni con gli altri ad ogni incontro.

E' una bella sensazione e fa bene al cuore. 

Annalisa.

Al laboratorio dei sogni tutto può accadere.

Pensavo che nei sogni, quelli che facciamo di notte, non ci fossero limiti, di spazio, di tempo, di immedesimazione nelle vicende e nei personaggi.

Bene, il laboratorio dei sogni è ancora di più: può capitare di essere maschi e poi femmine, vecchi o giovani, sedie o biciclette, alberi o persone che non sono più su questa terra, ma che tornano per dirci qualcosa.

E la meraviglia ancora maggiore è scoprire che un sogno può cambiare, prendere una forma e un finale inaspettato, diverso da quello sognato.

Le persone intorno a te ti aiutano a costruire una storia nuova, senza copioni e senza sapere nulla delle vicende messe in scena, ma solo attingendo al loro intuito e alla loro più profonda creatività.

Il  senso di meraviglia non è il solo a riempirti il cuore. Diventa emozione e commozione perché questo “spettacolo” non ha lo scopo di stupire un pubblico, ma quello di sciogliere blocchi e ricordi, di rivivere esperienze cambiandone il segno, di dare un corso nuovo alla tua esistenza. E' in questo momento che ti accorgi che nulla è più reale di un sogno, prima sognato e poi rivissuto grazie all’unione di cuori ed energie.

Al laboratorio dei sogni tutto può accadere. E tutto accade per davvero.

Francesca

Il laboratorio sul sogno è per me una vera palestra emozionale, un luogo protetto che mi accoglie per ciò che sono realmente, un luogo che mi permette di scoprire e conoscere le parti più profonde di me stessa: le mie parti d'ombra ma anche quelle luminose, in  uno scambio di emozioni fra me e gli altri partecipanti. 

È sorprendente scoprire la profonda comunicazione dei nostri inconsci che silenziosamente si alleano in un continuo ed intenso lavoro terapeutico, portando alla luce traumi antichi, sepolti dal tempo e dalle nostre paure.

Attraverso la rappresentazione scenica dei sogni portiamo alla luce le angosce che condizionano le nostre esistenze. 

Lo scambio emotivo tra i partecipanti lenisce le nostre ferite psichiche creando una sottile e tacita alleanza che riscalda le nostre anime. 

Per me il Laboratorio è  un'opportunità per esprimere la mia creatività. 

La condivisione alleggerisce le nostre anime! 

Elena

Io lo so che dentro di me c' e' una sfera che gira, con dentro tutte le case e i mari e i volti dei bimbi e degli animali di tutto il mondo.

Però spesso me lo dimentico e credo che la mia stanza sia tutto quello che Dio ha saputo fare per me.

Nel Laboratorio arriviamo e portiamo i nostri sogni aperti: li mettiamo in scena e possiamo ingrandirli, rimpicciolirli, esplorarne ogni angolo e modellarli tutti insieme.

Realizziamo ogni volta un'opera d'arte. E' splendido l'arricchimento, sono infinite le possibilità.

Ognuno porta porta le sue scene, le proprie stanze, e con la partecipazione

degli altri gli elementi si mescolano, le pareti si dipingono e le emozioni ci riempiono di passione.

Nello scambio di sogni emergono memorie di ogni tempo, voci che esprimevano rancore possono trovare nuove vibrazioni e svelare la loro vera natura; lavate da lacrime di emozione e fiducia si rischiarano e si sciolgono in canti d'amore.

Nel laboratorio posso finalmente realizzare un mio sogno, quello di poter sognare tutti i sogni del mondo.

Maria Livia

 

Il Laboratorio sui sogni rappresenta una meravigliosa scoperta di me stesso.

Attraverso lo scambio di emozioni si entra in un mondo dove il sogno diviene realtà e dove svaniscono le barriere tra le persone, dove l’umanità viene a galla e la compassione diviene reale e tangibile. Sono grato per questa possibilità di creare e osservarmi in ogni sfumatura, poter evolvere con persone che mi accompagnano e rendono il percorso una via nella gioia e nell'amore.

Marco

Il laboratorio dei sogni è una dimensione che ti conduce verso la tua verità.

E' uno spazio che può fare paura all'inizio, dove entrare vuol dire andare nelle stanze buie, nelle stanze vietate, in tutto ciò che non ci si vuole concedere per paura del prezzo da pagare. Bisogna avere fiducia e farsi accompagnare.

Gli altri in questo sono fondamentali, ti trasmettono la forza e il coraggio per compiere quel passo, per provare ad aprire quelle stanze e far entrare luce.

Il gruppo diventa la tua forza per uscire e vedere quali meccanismi ti imprigionano e ti incatenano dentro le tue convinzioni, dentro la vita ed i vissuti dei tuoi cari.

All'interno di questo spazio ti concedi di provare tutte le emozioni, superando il timore di essere giudicato. Scopri che gli unici limiti che hai sono quelli che ti sei imposto. In quello spazio protetto ed autentico ti concedi di non mentire, di essere te stesso.

Ti senti in cammino, diretto verso la tua verità, verso tutto ciò che sai ti appartiene da sempre. 

Ci sono luoghi dove non si riesce a mentire a sé stessi, il laboratorio dei sogni è uno di questi luoghi.

Eleonora

 

La partecipazione al laboratorio sul sogno è stata per me da subito un'esperienza molto intensa e ricca di emozioni.

Inizialmente l'idea di raccontare i sogni ad altre persone mi spaventava, temevo il giudizio degli altri e ritenevo i miei sogni banali.

Appena ho avuto la possibilità di mettere in scena un mio sogno ho sperimentato un grande aiuto e un benefico senso di liberazione.

I miei timori si sono rivelati del tutto infondati.

Questo gruppo di lavoro è diventato per me come una famiglia, in cui ogni componente è unico e speciale!

Parlando  con il cuore ognuno diviene un aiuto prezioso per gli altri e, cambiando ruolo, ha la possibilità di guardare la scena con occhi nuovi, sperimentando emozioni diverse: dalla rabbia, passando  per la comprensione, per giungere all'amore.

In ogni personaggio, anche in quello più lontano da me, ritrovo qualcosa che mi appartiene, che è dentro di me.

Ad ogni incontro spero di poter raccontare un mio sogno!

Lisa

 

La partecipazione al Laboratorio sul sogno è per me un'intensa esperienza artistica.

Attraverso la rappresentazione dei miei sogni posso  guardare ed esprimere ciò che si nasconde nel mio mondo più profondo, posso dare voce ai personaggi che vivono in me e osservarli come uno spettatore ma anche percepire le emozioni che si esprimono attraverso il mio corpo.

Il  gruppo mobilita una potente energia.

Attraverso il gioco di specchi che si crea, ognuno comprende che il proprio dolore è simile a quello degli altri, che siamo tutti simili pur nella personale diversità.

In questo palcoscenico dei sogni le emozioni danzano e vengono messe in scena mentre il dolore piano piano guarisce.

Sabina