Laboratorio sui sogni

Creare una nuova realtà mettendo in scena i propri sogni

La maggior parte dei disagi che si presentano nella nostra vita hanno origine nei primi anni di vita e si collocano in quell' area della psiche chiamata inconscio.

Qui sono depositate tutte le memorie traumatiche della nostra vita, per questo è importante trovare una porta di accesso per comunicare con esso.

Una preziosa possibilità è rappresentata dal sogno.

In questo laboratorio partiamo dal racconto del sogno, lo accogliamo e lo trasformiamo attraverso un processo di costellazioni.

Grazie alla collaborazione del gruppo, rappresentiamo il sogno portando alla luce sintomi e conflitti: individuali, familiari e sistemici.

Rappresentiamo l'origine del problema in modo diretto, ciò che è prioritario viene alla luce svelando memorie nascoste, antichi segreti, verità da sempre celate.

La persona è chiamata a scegliere: fare un movimento di apertura, riappacificazione e guarigione o restare attaccata al proprio dolore e al proprio rancore.

In un caso la persona si dirige verso un nuovo modo di vivere, guarendo sintomi, disagi psichici ed esistenziali, nel secondo rimane prigioniera di sentimenti che producono malessere e infelicità.

I copioni messi in scena nei sogni sono molto simili a quelli recitati nella vita quotidiana, in entrambi trama e personaggi sono scelti dall'inconscio per rappresentare esperienze traumatiche, antiche ferite e memorie rimosse, al fine di renderle visibili per essere risolte .

Dal sogno individuale nasce un sogno collettivo in cui ciascuno recita e rappresenta personaggi sconosciuti che divengono improvvisamente familiari.

Grazie alla costellazione ognuno scopre nuovi aspetti di sè, guarisce antiche ferite, abbandona il copione scritto da altri e assume il ruolo di regista e scenografo della propria vita.

La creatività ha a che fare con il lasciare andare, presuppone la possibilità di fuoriuscire da certezze e abitudini. Ogni esperienza che scaturisce dal cuore è un atto creativo e ha il sapore di scoperta.