Emanuela Presepi

Psicoterapeuta Individuale e di gruppo


Ogni viaggio inizia con un incontro, ci sono incontri lungamente attesi, altri del tutto imprevisti. L'incontro con noi stessi è uno degli incontri più affascinanti.

Pensiamo di conoscerci ma in realtà quella che conosciamo è la nostra maschera, l'abito che di volta in volta indossiamo per presentarci al mondo.

Ma chi siamo veramente?

Il nostro vero Io spesso è nascosto e si manifesta attraverso  sogni, malesseri, disturbi fisici e psichici.

Eliminare  il sintomo nel più breve tempo possibile é il nostro intento. Ma il sintomo si ripresenta nel tempo e ci costringe a portarvi attenzione per comprendere la sua origine e il suo scopo. Questo ci apre nuove possibilità. L'orizzonte entro cui collocare il disagio diviene più ampio e ciò che appariva scontato e privo di significato si trasforma in una opportunità. 

Possiamo cosí scoprire attitudini e potenzialità che ci riconciliano con noi stessi e con la vita. 

Questo viaggio di riscoperta in alcuni casi necessita di un facilitatore che ci aiuti a decifrare i messaggi che sono insiti nei sogni, nei sintomi fisici, in quelli psichici, nel malessere esistenziale, che in alcuni momenti diventa particolarmente intenso.

Il guardare e prendere coscienza di ciò che sta accadendo  ci permette di lasciarci alle spalle conflitti, ferite, abbandoni, lutti. 

Ci conduce ad un nuovo modo di guardare e vivere con noi stessi e con gli altri. Il nostro sentire si fa leggero e la gioia riprende il suo posto: al centro della nostra vita. 

Lo psicoterapeuta ci aiuta a comprendere i significati nascosti nel disagio e nella paura, per accedere alla gioia, alla creatività, così da realizzare aspirazioni e progetti.

Ciò  che sembrava  non avere senso, assume un significato importante, costituisce un punto di svolta, un'occasione preziosa di evoluzione. La persona può trovare la chiave per aprire stanze chiuse da tempo e iniziare a liberare spazi pieni di memorie, per fare posto ad un presente più sereno e luminoso.